La milza: un organo misterioso. O no?

Al giorno d’oggi, quasi tutti sappiamo a cosa servono i vari organi interni.

Il fegato è una fabbrica chimica.

I reni filtrano.

Lo stomaco trita e mischia.

L’intestino assorbe le sostanze nutritive.

I polmoni filtrano l’aria.

Il cuore pompa il sangue.

Le ghiandole (pancreas, surrenali, tiroide, ipofisi) producono sostanze chimiche.

Ok.

E la milza?

Che fa?

Dove sta?

milza

…in attesa della milza?

Nella cultura popolare, la milza ha due scopi: quello di essere un organo inutile e quello di essere un cibo per gatti.

In realtà, la milza è un organo utilissimo.

milza

È collocata al di sotto del polmone sinistro, protetta dalla gabbia toracica. Ha rapporti fasciali con il diaframma, il colon e lo stomaco.

(Ricordiamoci che se un organo sta in un punto così protetto…ci sarà un motivo! Forse la milza è davvero utile…)

 

Quali sono le funzioni della milza e perchè è un organo utile?

La milza svolge principalmente due funzioni: una di emocateresi e l’altra di organo linfoide.

Spieghiamo meglio.

L’emocateresi è un meccanismo attraverso il quale il nostro corpo controlla lo stato dei globuli rossi, mandando in circolo soli quelli funzionanti e mettendo in pensione quelli usurati.

Questo sistema funziona come una delle nostre isole ecologiche.

Immaginiamo il globulo rosso usurato come una automobile vecchia.

Arrivata dallo sfasciacarrozze, l’automobile viene smontata e tutte le parti suddivise per poterne recuperare una parte. Si potrà recuperare il metallo, il vetro, le gomme.

Alla stessa maniera viene “smontato” il globulo rosso: il ferro contenuto nel globulo rosso viene recuperato, mentre il resto viene smaltito dalle cellule della milza.

 

La funzione di organo linfoide si riferisce alla capacità della milza di collaborare alla risposta immunitaria del nostro corpo producendo anticorpi, in risposta all’attivazione del sistema di difesa.

 

Ci sono altre funzioni svolte dalla milza?

 

Sicuramente una: la milza, immagazzinando il 5% del nostro sangue, serva anche come riserva di globuli rossi in caso di trauma.

 

Se rivediamo queste tre funzioni, ci rendiamo immediatamente che, quello che consideravamo una leccornia per felini, in realtà è un organo molto importante.

E quando deve essere tolta chirurgicamente? Cosa accade?

Indubbiamente la milza non è un organo vitale: senza di essa infatti si vive tranquillamente.

Per quanto riguarda la funzione di “gestione” dei globuli rossi, in caso di rimozione questa viene gestita dal fegato e dal midollo osseo.

Più importante è quello che avviene a livello della funzione immunitaria.

La rimozione della milza ha ripercussioni sulla risposta immunitaria, soprattutto quella relativa alle aggressioni da parte di batteri quali il pneumococco ed il meningococco.

Quindi, il paziente che non ha più la milza dovrà fare particolare attenzione alle infezioni e seguire i consigli del proprio medico curante.

 

E il dolore che si sente al fianco sinistro quando si corre? È la milza? Non è la milza? È preoccupante?

 

Il dolore al fianco sinistro che si avverte durante la corsa non ha ancora una origine ben definita.

La prima ipotesi (abbastanza fantasiosa e poco esatta) è quella secondo la quale la milza effettuerebbe una “spremitura” massiccia per immettere nel circolo arteriovenoso un maggior quantità di sangue.

In realtà, questo meccanismo si attiva in situazioni di marcata ipossia (ridotta percentuale di ossigeno nel sangue). L’ipossia viene raggiunta raramente dal runner principiante.

L’ipotesi invece più plausibile sembra essere quella secondo la quale ci sarebbe un affaticamento del muscolo diaframma che tenderebbe a scomparire con l’allenamento.

Per concludere, possiamo dire che da oggi la milza è diventata per noi un organo utile…e non un bocconcino prelibato per felini!