Come convivere con il coronavirus.

convivere con il coronavirus
https://www.freepik.com/free-photos-vectors/car Car photo created by freepik - www.freepik.com

Convivere con il coronavirus è il tema di questa famosa fase 2.

Le due caratteristiche di questo virus (alta contagiosità ed assenza di vaccino) ci obbligano, per un po’ di tempo, a convivere con mascherine e distanziamento sociale.

Oggi, però, vorrei provare a spiegare la convivenza con il coronavirus con un esempio alla Scrocknroll.

Convivere con il coronavirus: un esempio.

Le basi per la protezione nei confronti del coronavirus sono 4:

  • utilizzo della mascherina
  • igiene delle mani
  • igiene delle superfici e degli ambienti
  • distanziamento sociale

Ogni giorno, le istituzioni (e mi riferisco a Organizzazione Mondiale della Sanità (qui la versione italiana del sito) e Istituto Superiore di Sanità) spiegano che solo la concertazione tra queste quattro azioni crea una sicurezza adeguata contro il coronavirus.

E invece stentiamo ad applicarle.

Vediamo un esempio alla Scrocknroll!

Convivere con il coronavirus è come guidare l’automobile.

Immaginiamo le regole di base per guidare una automobile in sicurezza.

  • velocità adeguata
  • distanza di sicurezza
  • cinture di sicurezza allacciate
  • manutenzione del veicolo

Sappiamo benissimo che attenersi ad una sola di queste regole non ti salva la vita: se, ad esempio, allacci le cinture ma superi i limiti di velocità e guidi sconsideratamente, rischi comunque la vita.

Ecco: immaginiamo la nostra convivenza con il coronavirus come la guida di una automobile.

Convivere con il coronavirus: il paragone è perfetto!

Immaginiamo ora di paragonare la prevenzione del coronavirus con la guida dell’automobile…

La mascherina adeguata e ben indossata la possiamo paragonare alla cintura di sicurezza.

L’igiene delle superfici e degli ambienti è come la manutenzione dell’auto.

La distanza di sicurezza…beh, il paragone è chiaro!

L’igiene delle mani e la velocità: qui il paragone è più azzardato, ma possiamo dire che in entrambi i casi deve regnare il buonsenso.

NOTA BENE

A breve pubblicherò un articolo aggiornato sulle mascherine! Rimanete sintonizzati!

image_pdfimage_print