La macchina meravigliosa

Nel 1990, Piero Angela ideò una serie di documentari intitolati “La macchina meravigliosa” dedicati al corpo umano.

Lo scorso articolo era dedicato alla moda del detox.

Oggi vorrei mostrarvi, sempre attraverso lo spunto fornito dall’interessante articolo che trovate qui, come, in realtà, il nostro corpo sia in grado di fare una funzione detox eccellente senza zenzero, senza curcuma e senza alghe varie.

La macchina meravigliosa

Pelle, polmoni, sistema immunitario, intestino, fegato e reni.

Ecco il nostro sistema detox: gratis, in funzione 24 ore al giorno, sette giorni su sette.

Analizziamo un punto alla volta.

La macchina meravigliosa

La pelle

  • È l’organo più grande del nostro corpo e ci protegge da innumerevoli tipi di aggressione esterna: batteri, virus, metalli pesanti e tossine chimiche. Il sistema cutaneo è monodirezionale…ossia, quando sudiamo perdiamo liquidi…non tossine!

I polmoni

  • a partire dagli antiestetici peli del naso che bloccano e arrivando al muco, il sistema respiratorio si occupa di espellere numerosi fattori tossici

il sistema immunitario

  • la funzione più complessa e articolata che permette al corpo di riconoscere-combattere-eliminare numerosi tipi di aggressori

l’intestino

  • le placche del Peyer (cellule immunitarie dell’intestino) tengono lontane le sostanze nocive dall’assorbimento che avviene a livello del colon

Ma i veri e propri organi detox del nostro corpo sono fegato e reni.

Filtri instancabili che analizzano e depurano litri di sangue operando anche da strutture che svolgono una specie di raccolta differenziata di ciò che ancora può essere riutilizzato dal nostro corpo.

Vi ho aggiunto i link agli articoli di Scrocknroll dove si parlava di fegato e reni

L’articolo della Harvard Medical School si conclude in modo esemplare.

Quindi mi limiterò a tradurre la loro conclusione.

Il corpo umano può difendrsi molto bene dalla maggior parte degli insulti ambientali e dalle “indulgenze” occasionali.

Se il vostro stato di salute è generalmente buono, concentratevi sul dare al vostro corpo ciò che serve per mantenere il proprio sistema automatico di “pulizia”:

– una dieta sana

– una giusta quantità di liquidi

– esercizio fisico regolare

– sonno adeguato per durata e qualità

– controlli medici periodici

Se manifestate stanchezza, pallore, perdita o aumento di peso non spiegabile, cambiamenti nella funzionalità intestinale o difficoltà respiratorie che persistono per giorni o settimane…

ANDATE DAL MEDICO E NON AL CENTRO BENESSERE.

image_pdfimage_print

A tutto detox!

La parola “detox” ormai è di uso comune e quotidiano.

La troviamo associata a diete, a tisane, a integratori e , recentemente, anche a cerotti plantari e ad esercizi.

Ma siamo sicuri che ci serva un aiuto esterno per essere “detossificati”?

A tutto detox: lo spunto

Nella mia ricerca su Pubmed (un motore di ricerca gratuito, basato principalmente sul database MEDLINE, di letteratura scientifica biomedica dal 1949 ad oggi), ho trovato un interessantissimo articolo pubblicato nel 2008 (quindi un bel po’ di anni fa…) sul sito della Harvard Medica School.

Quindi…direi più che attendibile!

A tutto detox

Vi indico qui il link all’articolo originale, ma vorrei comunque cercare di descriverlo e spiegarlo all’interno di Scrocknroll.

Innanzitutto, la parola “detox” si traduce in italiano con “disintossicazione”.

E direi che, prima dell’avvento delle spa e dei trattamenti olistici, il termine “disintossicarsi” era usato per tutti quei procedimenti e trattamenti che riguardavano l’eliminazione o la riduzione dal corpo umano di livelli elevati di alcol, droghe o altre sostanze dannose.

E la disintossicazione veniva eseguita all’interno di ospedali o centri medici.

A tutto detox

D’un tratto abbiamo imparato la parola “tossine” e abbiamo reso le tossine responsabili di tutti i sintomi lievi che accusiamo quotidianamente.

Le tossine ci fanno venire il mal di testa, la stitichezza (ma anche la diarrea), i dolori alla schiena, alle gambe, ai piedi, le gambe gonfie…

Insomma, le tossine vanno eliminate sennò finiranno con l’ucciderci!

E allora…via a irrigazioni nasali, diete detox, lavaggi intestinali, cerotti plantari o pediluvi ionizzanti ed altre amenità che, fateci caso, vengono SEMPRE proposte ed effettuate in centri di bellezza o spa.

A tutto detox: ma questi trattamenti funzionano!?!

Nell’articolo, sotto ogni trattamento, trovate una frase ricorrente

there’s no medical evidence

ovvero

non c’è alcuna evidenza medica

In pratica: fatevi pure le irrigazioni nasali, bevete acqua, limone e succo d’acero quotidianamente, mettetevi i cerotti sotto i piedi ma sappiate che non ci sono studi clinici e scientifici che diano alcun supporto a tutte queste pratiche.

L’articolo, con dati del 2008, riporta eventuali effetti collaterali di determinati trattamenti e il loro costo.

A tutto detox: e quindi?

Ma allora, se buttiamo i cerotti plantari, la tisana detox e la dieta detox…come ci disintossichiamo dalle migliaia di tossine che ci assalgono ogni giorno e ci provocano milioni di sintomi che rovinano la nostra gioia quotidiana?

Ne parliamo nel prossimo articolo che potrete leggere giovedi!

image_pdfimage_print
image_pdfimage_print